Il laboratorio delle ceramiche  
  Esposizione virtuale delle ceramiche  
  La didattica  
   
 
     
Il laboratorio delle ceramiche

Poco distante dal museo archeologico, all'interno del centro storico di Sardara, si trova il laboratorio artigianale dei ceramisti della cooperativa Villa Abbas.

Seguendo i dettami della più antica tradizione, nel laboratorio vengono prodotti manufatti legati alla storia archeologica della Sardegna e in particolare di Sardara e del Medio Campidano.

Si tratta prevalentemente di oggetti e di manufatti legati al culto dell'acqua relativo al sito di Sant'Anastasia; cerchielli, bozze mammillari ornati da vari segni e motivi quali il zigzag per decorazione.

Anfore, vasi, ciotole, lucerne, dal nuragico al medio evo, si possono acquistare su commissione e al punto vendita presso il museo archeologico Villa Abbas.

Esposizione virtuale delle ceramiche

tripodeVi proponiamo una visita virtuale delle nostre produzioni attraverso la quale riscoprire il mondo delle ceramiche antiche, riproposte attraverso un affascinante percorso di studio e rielaborazione delle tecniche utilizzate dagli antichi abitanti della Sardegna.

La didattica

La cooperativa Villa Abbas nell'ambito della gestione dei beni culturali, dedica da sempre una attenzione particolare alla didattica. I suoi operatori culturali, impegnati da anni nel settore, hanno raggiunto una preparazione che consente la collaborazione con le scuole, università e istituti culturali nella proposizione delle varie tecniche di lavorazione della ceramica.
Attraverso dei moduli didattici sarà possibile cimentarsi nel riprodurre l'askos nuragico, le anfore puniche e romane, nonché ciotole medievali e verranno evidenziate le varie fasi del restauro dei manufatti archeologici. Inoltre saranno simulati momenti di vita quotidiana attraverso l'archeologia sperimentale. Un percorso nel tempo, alla ricerca del passato, un piccolo suggestivo laboratorio archeologico, per conoscere le storia e la nostra cultura.
Il percorso tattile rende ancora più interessante e completa la proposta, in quanto utilizzato anche a fini didattici, per scoprire il senso del toccare.